Home  >  Casa Rubes e il B&B


                      Zoom

Casa Rubes si trova nel centro storico di Patti, nella parte più alta della collina su cui sorge il paese; ampi spazi interni ed esterni caratterizzano l'ambiente in cui si respira un'atmosfera serena e suggestiva.

E' una casa padronale costruita alla fine degli anni '20 e nel secolo scorso è stata una dimora culturalmente vivace, tanto da annoverare fra i suoi ospiti abituali Salvatore Quasimodo, poeta siciliano premio Nobel per la Letteratura nel 1959.
Del poeta la casa conserva molte tracce data la lunga amicizia di Quasimodo col proprietario e fondatore, il giurista Raffaele Saggio, che negli anni '50 venne eletto senatore.


Fu in uno dei suoi soggiorni a Patti che il poeta scrisse "Vento a Tindari" nella cui ultima strofa
fa riferimento all'amico Raffaele dedicandogli le parole: ".. soave amico mi desta che mi sporga nel cielo da una rupe..".


Nel '43 un bombardamento provocò il crollo di un'intera ala del caseggiato, al cui interno il quel periodo aveva sede il comando tedesco.
Fra gli altri intellettuali frequentatori della casa ci fu anche Roberto Fasola, artista romano attivo negli anni '40 e '50, di cui si può ammirare un affresco posto nel salone.
Nella casa è conservato, inoltre, un archivio storico (in allestimento) di notevole importanza di cui è possibile consultare pubblicazioni e testi vari editi dalla fine del 1800 agli anni '60.




Stanza accoglienza
Zoom
   Stanza accoglienza
Zoom




[Torna su]